Mario Botta

La sua architettura, molto influenzata da Le Corbusier, Aldo Rossi, Carlo Scarpa e Louis Kahn, risulta caratterizzata da un notevole pragmatismo e dalla creazione di uno Spazio architettonico forte e geometrico, spesso rivestito di mattoni in cotto edificati con un attento disegno del particolare architettonico. Sono caratteristici della sua architettura l'utilizzo del mattone e della pietra e gli edifici costituiti da volumi puri, tagliati e traforati da grandi spaccature, tra i quali gli edifici a cilindro tronco che trovano la prima realizzazione nella chiesa di San Giovanni Battista a Mogno e il successivo sviluppo nella Cattedrale di Évry, presso Parigi.

 

Botta 3
Botta 3

press to zoom
Botta 5
Botta 5

press to zoom
Botta 1
Botta 1

press to zoom
Botta 3
Botta 3

press to zoom
1/4